23 giugno 2008

Gel Dopobarba all'Aloe (per il fratello) e i miei oleoliti

Ecco la ricetta del dopobarba all'aloe che avevo detto avrei preparato per mio fratello...

Gel dopobarba all'Aloe vera

Ricetta per 100gr

Acqua 73
Natrosol (Idrossietilcellulosa) 3

Succo di Aloe 10 (lenitivo, idratante)
Pantenolo 1 (rinnovapelle)
Glicerina 5 (umettante)
Proteine del grano 1 (proteggono la pelle dai tensiottavi)
Bisabolo 0,5 (lenitivo)
Allume in polvere 1,5 (cicatrizzante)
Estratto di Calendula 2,5 (lenitiva)
Soluzione Sodio Benzoato+Potassio Sorbato 2,5 ml

Il procedimento è sempre lo stesso per i gel: qui

Controllate il ph del gel, il mio aveva ph 4 e perciò l'ho dovuto alzare (il ph della pelle è in media circa 5.5): potete farlo con una soluzione di soda al 20% e l'ho aggiunta a poco a poco misurando di volta in volta il ph con le cartine tornasole.

Prima di utilizzare questa ricetta, assicuratevi che la persona a cui è destinata, sopporti bene l'Aloe che a volte può dare irritazione.


 


(Etichetta scelta dal fratello eh
e perdonatemi per la pubblicità occulta alla nota marca di rasoi xD)




Poi vi voglio presentare il mio oleolito alla Calendula che sta macerando da due settimane al buio, ne avrà ancora per altre due:

Foto pessima ma non è che ci sia molto da vedere :-P
E' un oleolito fatto con l'olio di riso che dovrebbe durare a lungo senza irrancidire, poi comunque ci aggiungerò dell'antiossidante quando sarà pronto.
Dite che ci ho messo troppi fiori?
E' che ne avevo comprati troppi forse! :-D




Questo è il suo amico Macerato di Vaniglia!
A me la Vaniglia non piace, ma so che piace a molte persone e se mi chiederanno una crema profumata alla Vaniglia, userò quest'olio e spero sarà di sicuro gradita al mio prossimo ed io mi evito di acquistare l'oleoresina di Vaniglia o fragranze che non mi piacciono ihihih ;-D




Ora i miei due amici sono tornati in gattabuia ;-) spero di riuscire a combinare qualcosa di buono!

10 commenti:

  1. Ciao Patty!! Grazie del tuo commento!! Non sei stata affatto invasiva con la tua risposta, anzi è sempre bello imparare qualcosa di nuovo confrontando le proprie idee!Il tuo blog è fantastico però devo ancora finire di leggerlo! Naturalmente sarai nella lista dei blog che leggo d'ora in poi! Ciao!
    P.S. Non ti piace la vaniglia?! Io la adorooooooooo!!

    RispondiElimina
  2. Grazie ^_^
    Complimenti anche per il tuo, tra tutti quei consigli mi sono persa e appena ho tempo mi leggo tutto! ;)
    A presto,
    Patty

    RispondiElimina
  3. L'oleolito alla vaniglia te lo copio, a me piace tantissimo! :)
    Io ho fatto solo l'oleolito alla camomilla fino ad ora, e mi è piaciuto tantissimo, l'olio ha preso un profumo meraviglioso!

    RispondiElimina
  4. anch'io voglio il macerato alla vaniglia! Yummi!!!
    Hai fatto anche quello con olio di riso?

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    Sì anche questo in olio di riso che si trova al supermercato :)
    E' un olio che dura molto nel tempo.

    RispondiElimina
  6. Ciao Patty, posso chiederti una cosa? Ho fatto questo dopobarba, ma non avendo tutti gli ingredienti l'ho modificato gelificando del succo di aloe con xantana, e usandone un 86%, poi ho unito glicerina, allume e olio calendula e conservanti come da tua ricetta e nelle stesse percentuali.Ho miscelato con un aerolatte.Il composto ha dei filamenti biancastri ora. E' normale? Dopo spariscono? (Tra l'altro il succo gellificato aveva già i suoi conservanti e forse non avrei dovuto metterne altri...). Ti ringrazio se mi vorrai aiutare!
    Arianna

    RispondiElimina
  7. Ciao,

    Non ho la certezza di sapere cosa siano questi filamenti, ad essere sincera.
    I filamenti biancastri non sono le fibre del succo d'aloe, vero? Hai controllato che non ne avesse o l'hai filtrato?
    Oppure mi viene in mente che forse la xantana non è stata sciolta bene... a proposito, a che dose l'hai usata?

    RispondiElimina
  8. Allora, il succo l'avevo filtrato e la xantana usata allo 0,5%.
    Comunque credo di non aver filtrato bene, e che i filamenti siano effettivamente le fibre del succo.
    Quello che mi preme più sapere, in realtà, è se senza gli ingredienti mancanti che non ho messo (proteine, pantenolo e bisabolo, e olio invece di estratto calendula) poteva comunque essere utilizzata come dopobarba o no.
    Grazie mille per l'interesse e per i consigli!!
    Bel blog, complimenti, a presto,
    Arianna

    RispondiElimina
  9. Credo si possa usare come dopobarba, è più semplice della mia ricetta ma perché no?

    Per come la vedo io, un dopobarba dev'essere idratante e lenitivo (e con l'allume è cicatrizzante se serve).

    L'unica cosa che vorrei dirti è che l'olio di solito nei gel si separa visto che sono a base acquosa, comunque se dovesse succedere, ti basterà agitare.

    Ah si, non è necessario frullare quando si fa i gel ;-)

    RispondiElimina

Mi raccomando, un commento sensato :-P e niente spam!