01 agosto 2008

Raptus di bombe da bagno!

Ieri pomeriggio mi sono messa a sfornare bombe da bagno (o ballistiche che dir si voglia) di diversi tipi... me l'ha proposto "la mia compagna di merende" dopo aver fatto un salto da Lush (dove non ho comprato niente ehehe).
Il bello è che io non ho la vasca a casa e quindi non le proverò mai perciò le faccio solo per regalarle alle amiche.

La ricetta base che utilizzo è questa:

50 gr di bicarbonato di sodio
25 gr di acido citrico anidro

25 gr di amido

3/4 cucchiai di olio vegetale a scelta
Profumazione

Procedimento:

Si pesano le polveri e si mescolano assieme. Quando queste sono ben amalgamate, si comincia ad aggiungere l'olio, un cucchiaio alla volta, continuando a mescolare in modo da eliminane i grumi che si formano. Quando l'impasto è abbastanza umido (tende a "impaccarsi") potete aggiungere la profumazione che preferite (oli essenziali o profumazioni sintetiche) e poi ovviamente mescolate.
Adesso potete mettere l'impasto nelle formine: mettete sul fondo dello stampo un po' di impasto, premete con un cucchiaio fino a "impaccarla" (esisterà mai questa parola?) sul fondo, aggiungete altro impasto, e premete, ancora impasto e premete... fate così finché non riempite lo stampo.

Quindi lasciate riposare le bombe per qualche ora affinché si rapprendano bene e prendano la forma. Io le lascio lì anche un pomeriggio o una notte per non sbagliare
Passato il periodo di riposo, potete sformarle facendo una certa attenzione.
Se si sbriciolano (che noia!), potete aggiungere olio e rimetterle nello stampo seguendo la procedura qui sopra.

Una volta pronte, devono rimanere ancora a riposo per due giorni ad asciugare in un luogo più asciutto possibile. Non toccatele troppo che si sbriciolano facilmente.

Sugli ingredienti e utensili

Il bicarbonato di sodio si trova al supermercato e quindi no problem.
L'acido citrico si trova o in farmacia o presso i consorzi agrari che vendono prodotti per la produzione del vino. In entrambe i casi, chiedetelo anidro e non monoidrato (contenente acqua) che ve le farà lievitare rendendole inutilizzabili poiché è proprio l'acqua che fa frizzare le bombe.
Ma anche a questo c'è chi ha trovato una soluzione, non si offenderà la mia amica Civetta se riporto la sua soluzione:

ho provato a "cucinare" l'acido citrico, facevo troppa fatica a trovare l'anidro, allora l'ho messo nel forno a 150 gradi sparpagliato nella teglia per 10 minuti, poi l'ho lasciato li altri 5 minuti,
risultato si è attaccato al fondo in maniera molto caparbia ho dovuto usare il coso per i dolci per toglierlo, poi l'ho passato nella macchinetta per lo zucchero a velo, e ho fatto le balliste... non lievitano
non dico che sia molto pratico ma funzia, l'acido si asciuga, ho vinto io

Potete leggere qui.

Per quanto riguarda l'olio, io ho scelto il Vinaccioli che costa poco. Per quel che mi riguarda, se non si tratta di creme che vengono assorbite dalla pelle, non penso sia necessario ricorrere ad oli particolari.
L'amido va bene di qualsiasi tipo.

Un altro consiglio: non utilizzate gli stampi di silicone che non sono abbastanza rigidi per dare forma alle bombe e di sicuro quando andate a sformarle si spatasciano (ho imparato la lezione). Quindi utilizzate stampi o formine rigidi.

Modifiche alla ricetta base
Le bombe da bagno si possono ovviamente colorare
Vi sconsiglio di utilizzare i coloranti naturali tipo quelli che si acquistano su Aroma-Zone perché colorano la pelle (e io furba mi sono ritrovata i piedi rossi, provando la mia prima bomba durante un pediluvio... )
Meglio usare i soliti coloranti alimentari per dolci. Se aggiungete il colorante al composto è quasi matematico che fa reazione con l'acido citrico e il bicarbonato facendoli frizzare prematuramente.
E questa è la prima cosa da evitare quando spignattiamo le bombe da bagno (cioè acqua va de retro!).
Perciò possiamo colorare l'amido con il colorante la sera prima così siamo sicure che si sia ben asciugato e evitiamo ogni rischio di lievitazione!

Infine, con le bombe da bagno potete sbizzarrirvi moltissimo: potete aggiungere dei fiori secchi, utilizzare il cacao in polvere per colorare o la farina di cocco per renderle più golose... o decorarle come più vi piace!

Ecco qui le mie bombette:

Fatte ieri, si stanno asciugando, poi le avvolgerò nel cellophane.
Da sinistra: cacao e farina di cocco, fiori di calendula profumate al sandalo, cacao.
In basso: una prova al caffè (se l'acqua del bagno è calda, vi viene fuori il caffè ihih).


Queste le ho fatte oggi e credo le sformerò domani: colorante alimentare rosso e profumate con il solito estratto aromatico di mirtillo.

Che ne dite? Peccato non potrò usarle io...

Dimenticavo di dire che per le bombe da bagno ho imparato da questa ricetta.

Un'ultima cosa: se avete voglia, votate nel sondaggio qui a destra che potrebbe essermi molto utile, grazie!

15 commenti:

  1. Ciao!
    Grazie a questa tua ricettina mi hai salvato il Natale, ho fatto un sacco di regali... =p
    Grazie mille e buone feste!

    Froda

    RispondiElimina
  2. Ciao Patty,

    ho provato a fare la tua ricetta, ho usato come stampi delle sferette di plastica da decoupage. Passata la notte ho provato a separare le due metà delle sfere: un buon 90% delle bombazze è integro (le altre le impasterò di nuovo) ma tutte sono ancora molto, molto friabili: se le tocco con un poco di forza in più, anche solo per spostarle si rompono! =(

    E' normale che siano così oppure ho sbagliato qualche cosa (dalla preparazione sono passate circa 10 ore)

    Grazie 1000!

    Dib74

    RispondiElimina
  3. Ciao,
    prova ad aumentare la quantità di olio oppure, come mi hanno consigliato una volta, lasciale per qualche ora in una stanza umida (tipo il bagno) e stai attenta che non si gonfino. Dovrebbe aiutare :)

    RispondiElimina
  4. Oddio, ma io ti adoro! Mi sono registrata tempo fa, ma solo adesso ho approfondito (cercando uno scrub!)...
    Simpatica e divertente!
    Peccato che sono totalmente incapace a sfornare tutte queste belle cosine ._.
    Che faccio, ci provo? :-)

    RispondiElimina
  5. ciao patty
    ma non avendo l'acido citrico va bene solo con il bicarbonato oppure no?
    grazie x la risposta
    ps: ricette bellissime e facili da rifare :)

    RispondiElimina
  6. Ciao!
    Ti servono entrambe perché assieme in acqua reagiscono e "frizzano" :-)

    RispondiElimina
  7. Ptty mi sto mettendo all'opera per creare un po' di bombette per Natale, io pensavo di usare quelle pastigliette effervescenti che vendono al supermercato per digerire (tipo effervescente brioschi), il mio contiene: saccarosio, bicarbonato di sodio, acido malico, sciroppo di glucosio. Se ne mettessi 75 gr e mantenessi le dosi degli altri ingredienti invariate? Mah...tu che dici?

    RispondiElimina
  8. Ciao Patty!
    Ho provato a fare le bath bomb...ma delusione! :(
    Ho seguito alla lettera la tua ricetta, ma mi è venuta una pappetta molto bagnata, quasi liquida (della consistenza dell'impasto di una torta). E così non si asciugheranno mai!
    L'impressione è di aver messo troppo troppo olio...ma tu come fai a metterne 3/4 cucchiai?
    Secondo te per rimediare posso rimescolarle a bicarbonato/acido citrico/amido in proporzione?

    RispondiElimina
  9. @Eleonora: Potrebbe essere un'idea valida... non ti resta che fare un piccolo esperimento :-)

    @Giulia: Potrebbe anche dipendere dalla grandezza del cucchiaio (magari i miei sono più piccoli?) se ti accorgi che due cucchiai bastano... fermati lì.
    In ogni caso, puoi provare benissimo a rimescolare il tutto in proporzione.

    RispondiElimina
  10. ciao patty Vorrei fare questa ricetta ma non ho l acido citrico =( ho letto ke si possono fare anche con l effervescente digestivo ... ne sai qualcosa ??? bacini =)

    RispondiElimina
  11. ciao anonimo!
    non ho mai provato ma me lo chiedeva anche eleonora sopra... controlla gli ingredienti del digestivo e poi potresti provare :)

    RispondiElimina
  12. Ciao,volevo dirti prima di tutto che sei bravissima,e poi volevo chiederti come vanno conservate una volta fatte, e quanto tempo durano. Grazie .....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Durano mesi, le tengo in un contenitore ben chiuso di modo che non prendano umidità sennò cominciano a lievitare :)

      Elimina

Mi raccomando, un commento sensato :-P e niente spam!